18/06/2014

[SETTORI] L'industria dei videogiochi in Italia

A Torino crescono startup nell'ambito videoludico

 

I videogiochi. Uno dei settori in maggiore crescita nel mercato digitale, che può assumere declinazioni estremammente diverse, a seconda del mercato e della piattaforma di riferimento: dai giochi per consolle dedicati agli hard core gamer, ai social game per casual gamer, ai videogiochi educativi per bambini, fino alle dinamiche di gamification integrate in servizi digitali che con l'intrattenimento hanno poco a che fare ma che sono funzionali alle strategie di engagament del servizio stesso.

Come risulta dai dati di AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Italiani), i videogiochi sono il settore in maggiore crescita nelle industrie culturali, ora non più riservato alla ristretta (seppur molti attiva) nicchia dei geek. 

Guardando al contesto italiano è possibile identificare 80 studi di sviluppo di videogiochi, principalmente mobile e browser (dati 2012). 

Alcune di esse stanno dando vita a network sul territorio, come nel caso dell'associazione torinese TUnion, di cui fanno parte anche startup incubate presso TreataBit e I3P, quali SportSquare e TinyBullStudios.

 

L'industria dei videogiochi in Italia @ Turin Jam Today from treatabit

 

Per supportare la crescita di questo settore, I3P ha ospitato eventi dedicata alla generazione di nuove idee e progetti videoludici, dalla Global Game Jam di gennaio 2014, alla Turin Game Jam dedicata ai serious game di Giugno 2014, preceduta da incontri formativi dedicati ai serious game [Leggi: Come creare un serious game].

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK